STATI UNITI D‘AMERICA
BAHAMAS
REP. DOMINICANA
MESSICO
JAMAICA
MAR DEI CARAIBI
HAITI
Cayo Levisa
Avana
Varadero
Cayo Largo
Trinidad
Giardini del Re
Giardini della Regina
Holguin
Santiago
 … “
La terra più bella
che l’occhio umano abbia mai visto”
C
uba, la chiave del golfo. Così fu definita Cuba dai colonizzatori spagnoli per la sua posizione
strategica. Posta all’imboccatura del Golfo del Messico, in un punto dove convergono le tre
Americhe, questa lunga e affusolata isola, la più grande dei Caraibi, dista solo 180 chilometri
dalla Florida, 210 dal Messico, 140 dalla Jamaica e 70 da Haiti e Santo Domingo. Cuba con i suoi
114.097
kmq si allunga da ovest ad est in un semicerchio di circa 1.250 km ed è un ponte naturale fra
l’universo anglosassone e quello latino. Cuba è circondata da più di 1500 tra isole e isolotti (i cayos),
che formano quattro arcipelaghi: Canarreos, Colorados, Giardini del Re e Giardini della Regina. L’isla
de la Juventud (2.200 kmq), cui Stevenson si ispirò per l’isola del tesoro, è la più grande tra le isole
minori. Pianure, savane e distese erbose, ricche di palme, piantagioni di canna da zucchero e di tabacco
si alternano alle regioni montagnose: la sierra de Los Organos nella regione occidentale, la sierra de
l’Escambray nella regione centrale e la sierra Mestra nella regione orientale. “Terra più bella che occhio
umano abbia mai visto” scrive di Cuba Cristoforo Colombo nel suo libro di bordo, quando vi approda
il 24 ottobre 1492, convinto ancora di trovarsi in una provincia lontana dell’Asia. Solo 17 anni dopo,
i 3.500 chilometri del perimetro di La Juana, (così l’aveva battezzata Colombo) vengono interamente
circumnavigati da Sebastiàn de Ocampo e l’isola di Cuba trova il proprio posto nelle carte geografiche.
Dal quel momento fino ad oggi Cuba ha visto avvicendarsi colonizzazioni, in un susseguirsi di eventi storici
che hanno contribuito a formare quello che è oggi il patrimonio culturale ed umano di questo paese.
Cuba